• Pubblicata il:
  • Autore: SHE MALE
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: SHE MALE
  • Categoria: Racconti gay

COMMEDIA DI UN BISEX RIDICOLO – parte terza – CREMA (CR)

Passarono circa 15 minuti, un'attesa un po' lunga, ma ero felice e desideravo solo che tornasse. Ero seduta sul letto quando l'ho visto rientrare in camera. Anche lui era travestito da donna!
È stata una sorpresa meravigliosa. Un abito da ballerina completo, con un largo tutù, una piccola scollatura, le gambe scoperte e rasate, parrucca nera con coda di cavallo, rossetto rosa tenue e scarpette con punta rinforzata. Era una vera bellezza!
- Vedi? In fondo condividiamo gli stessi segreti...
Ha detto mentre camminava verso di me. Tutto quello a cui riuscivo a pensare era inginocchiarmi sotto quel tutù e fargli un lungo pompino. Invece lui mi ha abbracciato e mi ha chiesto di ballare. Ha messo sul lettore CD un valzer di Strauss e abbiamo volteggiato tenendoci strette come due lesbiche. Ci siamo baciate ancora e ancora, la passione si è moltiplicata fino a quando la musica è finita.
- Guardiamo un video...
Ha detto prendendo un DVD dal tavolino ed inserendolo nel lettore. Era un video di un negozio web che commercializzava abiti femminili realizzati apposta per gli uomini. Io avevo solo voglia di fare sesso, ma non osavo protestare.
Ci siamo sdraiate sul letto commentando ogni vestito ed ogni maschio che appariva nel filmato.
Finalmente ha spento il DVD, il mio vestito si è sollevato in pochi istanti e la sua mano era sul mio cazzo. Con un po' di acrobazie sono riuscita a sentire anche il suo. Era sottile ma più lungo del mio e mi sono dimenata sul letto fino a quando non ho potuto mettere le mie labbra attorno al suo uccello. Ho succhiato con forza fino a quando è venuto. Dopo aver ingoiato il suo sperma, me lo sono strofinato sul viso leccandolo e gli ho baciato lo scroto perfettamente depilato.
Poi mi ha baciato di nuovo, come per condividere il suo seme, ed ha detto:
- Ora tocca a te... Sei più grande, quindi non venire in fretta come ho fatto io...
Ma tutti quei preliminari mi avevano già eccitato troppo. Mi ha spinto a sedere sul bordo del letto, si è inginocchiata davanti a me ed ha afferrato il mio uccello. Nonostante la giovane età, era una succhia-cazzi più esperta di me. Sono venuta rapidamente anch'io e poi ci siamo stese sul letto ridendo.
Per raccontarvi quel che è successo dopo (sesso anale) servirebbe un'altra pagina.

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!