• Pubblicata il:
  • Autore: SHE MALE
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: SHE MALE
  • Categoria: Racconti gay

COMMEDIA DI UN BISEX RIDICOLO – parte seconda – CREMA (CR)

Potevo già sentire il mio cazzo fibrillare. Lui ha chiesto:
- Vuoi parlare di altri tuoi segreti?
Ho risposto che avrei voluto mostrarglieli, non solo parlarne. Mi ha dato il suo ok, ho preso la borsa che avevo portato e sono andato in bagno mentre mi fissava con uno sguardo interrogativo, ma ancora con quel dolce sorriso.
In bagno ho iniziato a travestirmi sentendomi un po 'a disagio, persino sciocco. Perché non dovrei spogliarmi e tornare da lui nudo? Perché? Perché sono una girl, e le ragazze devono prepararsi!
Il mio corpo non è male, sono molto magra, e purtroppo anche il mio culo lo è. Ho indossato il mio reggiseno push up nero, inserendo le mie forme di tette in silicone. Niente mutandine. Quindi il vestito nero attillato con minigonna ed i sandali coi tacchi alti (ero già esperta nel camminarci dentro). Per finire la mia parrucca dai capelli corti e neri, un trucco leggero agli occhi ed un quintale di rossetto. In quel momento tremavo e mi sforzavo di trattenere un'erezione che avrebbe sconvolto il mio look.
Sono uscita. Stava guardando la TV con le spalle rivolte a me. Mi sono avvicinata alla sua sedia toccandogli delicatamente un braccio ed ho bisbigliato:
- Girati e conoscerai tutti i miei segreti...
Lui si è voltato e non sembrava affatto sorpreso. Ha sorriso ancora dicendo:
- Sei molto carina, molto donna...
Avevo la sensazione che fosse pronto. Ho allungato una mano e lui l'ha presa. Ci siamo abbracciati toccandoci reciprocamente, sentendo i corpi l'uno dell'altra, conoscendoci davvero. Passò un momento e subito il contatto è diventato più vigoroso. Gli ho preso la testa tra le mani e l'ho baciato mentre la sua bocca e la sua lingua mi accoglievano con entusiasmo. Le nostre mani hanno iniziato ad esplorare il corpo dell'altro.
- Non sapevo che anche tu fossi attratto dalle ragazze.
- Non sono attratto dalle ragazze, ma da te...
Questa risposta mi ha fatto impazzire di gioia. Mi ha guidato in camera sua e, a sua volta, si è eclissato in bagno.

CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!